Aggiornamento situazione accoglienza e impegno volontari

Stato della segnalazione:
open
Descrizione:

E’ in arrivo ad Ascoli Piceno una nuova cucina da campo della Croce Rossa, partita dal Centro d’intervento ed emergenza di Settimo Torinese (To). Settantasei volontari e operatori dai comitati CRI delle Marche, Lazio, Abruzzo e Umbria e coordinati dalla Sala Operativa Nazionale (SON) hanno intanto raggiunto le zone colpite dal terremoto. A Norcia la CRI ha allestito tre posti medici avanzati. Su tutto il territorio colpito sono state inviate ulteriori 10 ambulanze. Intanto a Camerino è stata ampliata la tensostruttura della cucina da campo allestita nei giorni scorsi che ieri ha preparato e distribuito 1200 pasti per la popolazione e per gli operatori di tutti i corpi impegnati nei soccorsi. A Visso la CRI locale continua a dare alloggio a circa 100 persone. Ieri, 30 ottobre, due squadre del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) della Regione Molise, in accordo con il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, si sono immediatamente recate a Norcia. Un esperto in gestione delle emergenze sismiche della protezione civile della Città metropolitana di Torino, accompagnato da un tecnico del Csi esperto in Tlc, è partito questa mattina, 31 ottobre, su richiesta della Commissione speciale della protezione civile nazionale alla volta della sala operativa integrata (Soi) di Macerata. Nei prossimi giorni si valuterà, in accordo con il Dipartimento di protezione civile e la Regione Marche, se saranno necessarie anche le strumentazioni tecnologiche mirate che la protezione civile della Città metropolitana ha a disposizione (l’unità mobile). La Protezione Civile Regionale del Veneto è attiva sin da ieri mattina: sono già partiti dal Veneto e sono operativi 86 vigili del fuoco, a cui si sono affiancati 45 volontari dell’Associazione Nazionale Alpini della provincia di Treviso, 8 volontari di protezione civile dalla provincia di Padova, 7 da quella di Belluno e 4 dal territorio provinciale di Treviso, con l’ausilio di una quindicina di mezzi. Circa 100 volontari di Protezione civile regionale del Lazio stanno operando sin da stamattina tra Amatrice, Accumoli e negli altri Comuni colpiti dalla nuova scossa. Sono stati offerti circa 1000 pasti nelle 3 cucine dei punti di assistenza di Torrita, Amatrice e Sommati alla popolazione e ai soccorritori. 52 persone saranno assistite già da stanotte nei tendoni mensa ancora allestiti ad Amatrice, 45 cittadini di Amatrice sono già partiti e hanno deciso di trasferirsi nelle strutture ricettive sulla costa, mentre 40 persone saranno ospitate da domani mattina nei Map (Moduli Abitatiti Provvisori) de L’Aquila disponibili. A Leonessa saranno ospitate oltre 200 persone nel Palazzetto dello Sport con coperte e brandine fornite dalla Protezione civile della Regione Lazio e analoghe iniziative saranno adottate in tutti i Comuni colpiti dal terremoto di questa mattina che ne hanno fatto richiesta. Sono stati inviati inoltre due generatori da 50 chilowatt più 6 generatori tra i 20 e i 10 chilowatt, una tensostruttura ad Antrodoco come riferimento per la Protezione civile e una tenda a Castel Sant’Angelo per fornire assistenza alla popolazione del posto. [Fonte: Giornale della Protezione Civile]

Link Fonte:
Link:
Creato:
31 ottobre 2016, 14:26:01
Aggiornato:
31 ottobre 2016, 14:45:59