In provincia di #Teramo l'emergenza continua, alcune comunità ancora isolate

Stato della segnalazione:
open
Descrizione:

A seguito delle ingenti nevicate di gennaio che, in combinato con le scosse di terremoto, hanno messo in ginocchio le aree interne del teramano, assistiamo, oggi, a smottamenti e fenomeni franosi che stanno isolando intere comunità. Dal 26 gennaio, la Provincia di Teramo ha emanato 22 ordinanze di chiusura parziale o totale di altrettante strade. Intanto, sono state sgomberate 25 famiglie a Ripe di Civitella, dove è in movimento un fronte di oltre 50 ettari di terreno che minaccia l’abitato, e altrettante ad Atri, in zona Casoli, con le famiglie costrette a fare i bagagli e trasferite in strutture ricettive della costa, a Silvi e Pineto. Resta difficilissima la situazione a Cellino Attanasio. Con un video pubblicato su Facebook, Maria José della Fattoria Gioia ha lanciato un appello disperato: “Usciamo da più di un mese d’emergenza continua: abbiamo vissuto il terremoto sotto la neve, abbiamo vissuto l’isolamento totale, senza luce e senza acqua per diversi giorni; ne siamo usciti vivi, noi e i nostri animali, ma con ingenti danni e un poco sfiduciati”. Col sostegno dei tantissimi volontari accorsi, “abbiamo ancora la voglia di ricostruire” sottolinea Maria José che ringrazia, dunque, l’Arci, le Brigate di solidarietà attiva, i Gas, il Cai; “Purtroppo, però, con la strada crollata in diversi punti è davvero dura andare avanti: ci aspetta, di nuovo, un lungo periodo senza scuole per i nostri figli, senza clienti, con l’accesso interdetto ai fornitori per l’attività produttiva, e così ai mezzi di trasporto del materiale necessario alla ricostruzione; in questo momento, non abbiamo alcuna possibilità di progettare il futuro”.

Link Fonte:
Link:
Creato:
14 febbraio 2017, 13:46:45
Aggiornato:
14 febbraio 2017, 16:43:14