#Amatrice rinasce con l'Area food e candida l'#Amatriciana a patrimonio #Unesco

Stato della segnalazione:
open
Descrizione:

Otto ristoranti, tre dei quali avvieranno la loro attività sabato, e oltre duemila metri quadrati di superficie con una vista mozzafiato sui monti della Laga. E’ una scommessa già vinta, quella di far tornare in vita, dopo il terremoto di un anno fa, le principali attività di ristorazione di Amatrice. Perché il borgo reatino raso al suolo dal sisma del 24 agosto 2016 non poteva che ripartire da ciò che l’ha reso famoso in tutto il mondo. La sua cucina, e quel piatto, l’Amatriciana, simbolo eterno di una terra ferita ma che vuole risorgere. L’Area Food di San Cipriano, voluta dal Comune e realizzata grazie alle donazioni raccolte da Corriere della Sera-RCS e La7, con risorse dello stesso Comune di Amatrice e il sostegno della Regione Lazio, è pronta e il 29 luglio aprirà i battenti. E’ lì che otto storici ristoranti del luogo hanno trovato la loro nuova casa, in un insieme di strutture disegnate dall’architetto Stefano Boeri e dal Consorzio Innova FVG e realizzate con elementi modulari prefabbricati con il legno della filiera del Friuli Venezia Giulia. ‘E’ nostra intenzione candidare la tradizione amatriciana a patrimonio Unesco nell’ambito degli obiettivi del 2018, anno che come governo abbiamo voluto dedicare al cibo italiano”. Lo ha annunciato il ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina presente all’inaugurazione del Polo della Ristorazione di Amatrice.

Link Fonte:
Link:
Creato:
29 luglio 2017, 21:20:13
Aggiornato:
29 luglio 2017, 21:20:33